Oggi parliamo del farro

Eh già, anche oggi parliamo del farro. Un po' perchè è il cereale che ha dato inizio alla nostra attività, un po' perchè il farro è "il cereale per eccellenza". Il più antico, il più apprezzato, il più proteico. Sul nostro sito abbiamo inserito una pagina intera sul farro per spiegare le caratteristiche di questo prodotto e per accennare le sue origini storiche.
E' importante sapere che il farro è stato a lungo alla base dell'alimentazione umana: veniva usato già dalle legioni romane, lo chiamavano il farro dei legionari. Si usava principalmente per la preparazione di pane e focacce. Era addirittura considerato di buon auspicio, tant'è che veniva regalato agli sposi novelli durante i banchetti nuziali. Tuttavia, nel tempo, la sua coltivazione è andata via via riducendosi e sostituita da quella del grano tenero: la resa del grano tenero è superiore e i costi di lavorazione inferiori.
 
La qualità di farro che abbiamo deciso di coltivare e il "farro spelta" o farro grande: una sfida. Perchè questa tipologia cresce prevalentemente nell'Europa Centrale e in Francia e - ci dicevano - non si adatta ai climi italiani.
 
Eppure, eccolo!! Seminato, cresciuto, trebbiato. Ma renderlo utilizzabile in cucina, non è stato facile.
Dopo la trebbiatura, il farro rimane "vestito" ovvero il chicco rimane coperto dall'involucro glumeale. Come toglierlo? Una ulteriore sfida.

farro2013.jpg          farro2012.jpg